Padroneggiare il respiro yogico completo

Padroneggiare il respiro yogico completo
Anonim

È facile dare il respiro per scontato, perché non dobbiamo pensarci. Solo quando lo facciamo ci viene ricordato della sua importanza, e la maggior parte delle volte, il promemoria è forzato. Congestione, mancanza di respiro e soffocamento sono tutti indicatori toccanti di ciò che accade quando viene tagliata la linea del carburante al motore. Alla maggior parte delle persone non piace essere ricordato della loro mortalità, figuriamoci sentire di non poter salire una rampa di scale senza chinarsi.

Il respiro è vita e la vita ha il potenziale per essere gratificante, rilassante e facile.

Lo stesso vale per la meditazione. Invece di considerarlo un laborioso processo di schiarimento forzato della mente, prova a focalizzare la consapevolezza attraverso l'osservazione non giudicante. Per molti, il semplice atto di seguire l'inspirazione e l'espirazione funziona meglio di qualsiasi pratica di visualizzazione.

Presentazione di Full Yogic Breath

Quando si respira con profonda consapevolezza, un posto comodo è fondamentale per il successo. Sei più che benvenuto a scuotere un loto completo se è sostenibile, ma attaccare le piume alla propria asana non fa un sindaco (scherzo yoga). Sii onesto con quei fianchi e le ginocchia. La cosa più importante da prendere in considerazione è mantenere una colonna vertebrale alta ed eretta. Evita di curvare il più possibile.

Se hai i fianchi stretti, sedere "normalmente" con le gambe incrociate sul pavimento renderà stanche le gambe e la curva posteriore. Aiutati sedendoti su un blocco di yoga o qualche ragionevole distanza: telo mare arrotolato, cuscino da lancio, due rubriche telefoniche, un pacchetto da sei con un infradito in cima. Qualunque sia la scelta, assicurati di sentirti a tuo agio. Saremo qui per un po '.

Incrocia delicatamente le gambe mentre sei appollaiato in cima a questo blocco di yoga. Con il bacino sollevato sopra le ginocchia, i flessori dell'anca possono rilassarsi e aiutare a trovare quella colonna vertebrale alta con maggiore facilità. Questo suggerimento professionale si applica anche agli yogi stagionati. Quando mi preparo a sedermi coscientemente per lunghi periodi di tempo, mi metto con un cuscino di successo.

In alternativa, prova a sederti in posa virasana con le ginocchia unite, i piedi appena fuori dai fianchi e il sedere seduto in cima a un blocco posto tra le caviglie. Molti apprezzano questa postura perché è facile da visualizzare e creare una colonna vertebrale alta con una leggera pressione sui fianchi. I piedi e gli stinchi potrebbero essere un po 'stanchi, quindi assicurati di farlo su una coperta o una stuoia di yoga. Facciamolo!

Tempo pieno di respiro yogico

Pinterest

1. Chiudi quegli occhi, vagabondo yogico. Non ti servono per guardarti dentro.

2. Appoggiare le mani sullo stomaco, intrecciando leggermente le dita in modo che le punte delle dita arrivino alla seconda nocca della mano opposta. L'ombelico dovrebbe sentirsi cullato.

3. Inizia a respirare profondamente nell'ombelico, nella pancia (vedi foto)

4. Esercitati a respirare con un respiro controllato e lento in modo da sentire le dita divaricare durante l'inspirazione e di nuovo insieme nell'espirazione. Per quanto cerchi di espandersi sull'assunzione, vedi quanto puoi espellere con l'espirazione. Potresti scoprire che puoi far scorrere le dita insieme più lontano di quanto abbiano iniziato. Che lo facciano o meno, la cosa più importante qui è lavorare sul controllo del respiro. Smooth in, smooth out. Nota dove tendi a correre o perdere il controllo. Lavora la sera tutto fuori.

5. Respirare in questo modo 15-20 volte il più profondamente possibile senza disagio o forza.

6. Far scorrere le mani verso l'alto sulla cassa toracica. Una buona stima è di avere le dita mignolo pendenti sul bordo delle costole con i pollici proprio sotto i pettorali.

7. Continua a respirare, tranne ora inspira nella pancia, verso le costole. Riempi la pancia prima di espandere le mani sulle costole. Visualizza il respiro che riempie il tuo corpo dal basso verso l'alto. Prima la pancia, poi le costole. Senti le costole espandersi in tutte le direzioni, non solo in avanti, ma lateralmente e nel corpo posteriore.

8. Mentre espiri, ripercorri i passaggi dall'inalazione. Espira partendo dalle costole, finendo con la pancia. L'attrazione dell'ombelico dovrebbe aiutare a espellere completamente l'aria. Non forzare il respiro in nessuna direzione, dentro o fuori.

9. Ripetere l'operazione altre 15-20 volte. Nella pancia, nelle costole. Fuori dalle costole, fuori dalla pancia

10. Separare le mani e posizionarle sul petto, appoggiando i palmi sopra il centro del cuore con la punta delle dita delicatamente arricciata sopra le ossa del colletto.

11. Continua a respirare. Inizia nella pancia, nelle costole, nel petto. Riempiendo il busto con il respiro dal basso verso l'alto, fino alla punta delle dita. Senti il ​​respiro sollevarsi lungo la colonna vertebrale, espandendo l'interno in tutte le direzioni. Espirare il modo in cui il respiro entrava. Dal petto, attraverso le costole, fuori dal ventre.

12. Questo è un ottimo momento per ricordare a te stesso di mantenere la colonna vertebrale più alta possibile. Solo seguendo il respiro dal basso verso l'alto, dall'alto verso il basso, sei già consapevole di come è impilata la colonna vertebrale. Continuate così, intrepido yogi.

13. Ripetere l'operazione 15-20 volte.

Dopo aver trovato il tuo respiro yogico completo espandersi in queste tre aree del corpo, consenti al respiro di normalizzarsi. Presta attenzione a come ti senti quando inspiri ed espiri, ma non cercare il respiro più profondo possibile. Trova il tuo respiro regolare e naturale, mantenendo una colonna vertebrale alta e gli occhi chiusi. Saprai quando fermarti. Godetevi il viaggio.

Forse sei nuovo alla pratica del respiro yogico completo. Forse ti sei appena perso di vista. Affinare un abile collegamento con la tua respirazione è un'avventura che dura tutta la vita, sfidando continuamente il maestro e premiando costantemente coloro che rimangono diligenti. Dove ogni grande viaggio inizia con un solo passo, ricorda che il resto della tua vita inizia con ogni nuovo respiro.

Perché non far valere tutti?