"È tutto sulla percezione" + 7 altre lezioni del mio mese in un ashram

"È tutto sulla percezione" + 7 altre lezioni del mio mese in un ashram
Anonim

Devo ammetterlo: mi sono sentito spaventato mentre sedevo in aeroporto in attesa del mio volo per New Delhi, in India. Per il prossimo mese, resterei in un ashram in Himalaya mentre completavo la mia formazione di insegnante di yoga.

Due anni prima, ero stato il più grande scettico sulla spiritualità, e ora ero diretto verso la fonte. La vita è divertente a volte, no?

Sapevo che l'esperienza sarebbe stata mentalmente, emotivamente e fisicamente stimolante. Alla fine, erano tutte quelle cose. Ma è stato anche emozionante, aprendo la mente e cambiando prospettiva. Ecco alcune delle lezioni che ho preso dal mio mese nell'ashram.

1. Dobbiamo consentire alle esperienze di completarsi.

Tutte le esperienze devono completarsi. I bambini sono particolarmente bravi a completare le loro esperienze. Se qualcuno ruba un giocattolo, un bambino potrebbe piangere per un po ', ma poi passare a un altro abbastanza rapidamente. Man mano che invecchiamo, tendiamo a chiudere quando emergono sentimenti difficili e negativi. Consenti a te stesso di sentire tutto, di completare completamente le tue esperienze in modo da poter lasciarti andare e andare avanti.

Non nasconderti dalla parte più oscura di te stesso. Scegli di affrontarlo in modo da poterlo lasciare andare.

Facebook Pinterest Twitter

2. Affrontare te stesso è l'unica strada per la libertà.

Guardare le tue insicurezze, i difetti e le cicatrici richiede coraggio. Accidenti, li ho evitati per anni. Nell'odierna società impegnata, iper-connessa e indaffarata, è facile rimanere distratti. Ma se non ci sediamo con sentimenti difficili, non possiamo accettarli completamente. Se non possiamo accettarli, non possiamo rilasciarli completamente. Non nasconderti dalla parte più oscura di te stesso. Scegli di affrontarlo in modo da poterlo lasciare andare.

3. Siamo molto più potenti di quanto pensiamo.

L'hai già sentito prima: i tuoi pensieri creano la tua realtà. Durante il mio periodo all'ashram, ho notato quanto siano potenti le nostre parole e i nostri sentimenti. Alcune persone nel nostro gruppo sono state negative sin dall'inizio, avendo difficoltà a adattarsi e ad avere una mentalità aperta. Tutti si ammalarono in un modo o nell'altro dopo pochi giorni. Una coincidenza? Io non la penso così.

4. Il tuo corpo è il tuo subconscio.

Nello yoga, il corpo è visto come lo strato più grezzo della mente. Ciò significa che il corpo è un riflesso del tuo subconscio. Osserva le diverse aree del tuo corpo e come si riflettono su uno stato sano o malsano. Sii grato per i messaggi che ricevi in ​​modo da poter apportare tutte le modifiche necessarie.

5. Le emozioni negative sono messaggi.

Quando pensi a qualcosa e immediatamente non ti senti bene, confida nel fatto che il tuo sé superiore (la tua anima, il divino o come vuoi chiamarlo) lo sta guardando da una prospettiva diversa. Se stai pensando "Non sono abbastanza bravo", non ti sentirai bene. Questo perché il tuo sé superiore sta pensando di essere la persona più adorabile di sempre. Quindi, quando provi emozioni negative, chiediti come puoi guardare quella situazione in modo diverso.

6. Riguarda la percezione.

Gli eventi sono sempre neutrali. Siamo io e te a mettere le etichette su di essi. Nell'ashram, alcuni hanno etichettato la meditazione come dura e difficile, quindi è diventata dura e difficile per loro. Altri l'hanno etichettato come un momento per imparare ed espandersi, quindi questa è diventata la loro esperienza. Assicurati di etichettare il tuo viaggio in base a ciò che desideri di più.

7. La vita è trovare equilibrio.

Quando ero nell'ashram, ero in grado di praticare yoga ogni giorno, mantenere una dieta sattvica e fare un'ora di meditazione al giorno. Quando sono tornato a casa, ho cercato di mantenere la stessa routine. Ma non ha funzionato. Invece di aiutarmi, il mio programma rigoroso mi ha solo stressato. Sono arrivato ad accettare che ciò che ha funzionato in Himalaya non avrebbe funzionato a casa. Mentre mi spingevo di meno, sono stato in grado di mantenere il mio equilibrio e trasformare i "dovrei" in "desideri".

8. Tutto è collegato.

Siamo tutti connessi. Durante una meditazione, ricordo di aver sentito una mosca ronzarmi intorno alla testa. Questo di solito mi infastidiva, ma questa volta era diverso. Ho sentito una profonda connessione con la piccola mosca ed ero davvero onorato che avesse scelto di volare intorno a me. Penso che sia stata la mia prima sbirciatina su come tutto sia effettivamente connesso.

Continua a leggere:

  • 3 attività ordinarie che possono aiutarti a connetterti alla tua massima verità
  • 6 libri di spiritualità sostenuti dalla scienza che aiutano a costruire una mentalità positiva
  • 3 passaggi per avviare una potente trasformazione personale

Per saperne di più su come trovare la tua chiamata spirituale, dai un'occhiata alla mia guida gratuita.

E sei pronto per saperne di più su come sbloccare il potere del cibo per curare il tuo corpo, prevenire le malattie e raggiungere una salute ottimale? Iscriviti ora per la nostra lezione web GRATUITA con l'esperta in nutrizione Kelly LeVeque.